lunedì 2 giugno 2008

libri e viaggi

leggere un libro rappresenta un bellissimo viaggio, un viaggio che ti porta a visitare luoghi inesplorati , luoghi della mente e del cuore.
non potrei fare a meno di leggere , mi piacciono i romanzi ( alcuni...), i saggi , i resoconti, libri di storia, manuali, libri d'arte , insomma sono quasi una onnivora, i libri che non sopporto sono i romanzi tipo codice da vinci oppure le saghe egizie. ritengo che quando uno scrittore deve inventare colpi di scena per tenere l'attenzione del lettore, abbia ben poco da dire.
i miei autori preferiti sono : Simenon tutto e non solo Maigret, Saramago, Oz,Baricco, Garcia Marquez,Yehoshua,e tanti altri uno degli ultimi libri letti è lo splendido Fiori per Algernon leggetelo ne vale la pena!!


2 commenti:

Pier Cesare Rivoltella ha detto...

Una terra chiamat Alentejo (l'originale è levantado do chao, letteralmente "alzato da terra") è un libro bellissimo. Narra la storia di questa regione dell'interno del Portogallo segnata dal latifondo e dalla miseria accompagnandola dall'800 a dopo la fine della dittatura. Chi si trovasse a passare di là, tra Evora e Castelo Branco, si riconoscerebbe nei paesaggi, nei volti e apprezzerebbe la cucina e i vini, straordinari.

mioblog ha detto...

è vero è uno dei lbri più intensi ed emozionanti che abbia letto